WARHOL vs GARTEL. HYP POP

25 FEBBRAIO - 18 GIUGNO 2017 - LUCCA CENTER OF CONTEMPORARY ART, LUCCA


Circa 110 opere per mettere a confronto il padre della Pop art Andy Warhol e quello dell'arte digitale Laurence Gartel. È 'Warhol vs Gartek. Hyp pop', mostra aperta lo scorso 25 febbraio, in esposizione fino al prossimo 18 giugno, ospitata dal Lucca Center of contemporary art e promossa in collaborazione con Spirale d'idee, Ef Arte, Artelite, Mviva e Associazione MetaMorfosi. Il percorso espositivo vede 'sfidarsi' i due artisti americani che, come spiega il curatore della mostra Maurizio Vanni, "sono due di quegli artisti eletti, nati per fare e rimanere nella storia, cresciuti per modificare gli equilibri culturali e sociali di un luogo in un determinato momento storico. Entrambi sostenitori dell'unione tra arte e tecnologia scientifica, si incontrano negli anni Ottanta e il pretesto è legato al confronto sulle modalità espressive legate al computer. Gartel svela a Warhol i segreti di Commodore Amiga e la loro sintonia è immediata perché sono tantissimi i punti in comune".

Un confronto tra due artisti che, seppur con modalità differenti, hanno compreso che la realtà quotidiana non poteva più essere interpretata, che il mondo dell’arte non poteva essere innovato utilizzando gli strumenti tradizionali e che un artista creativo e figlio del proprio tempo non poteva allontanare il “mercato” dalla vita di tutti i giorni. Da una parte Polaroid, registratore, Photomaton e serigrafia per Warhol, dall’altra Apple Macintosh (con programma Mac Paint), Commodore Amiga (abbinato al programma Deluxe Paint), la stampante Art Color Ink-Jet di Xerox, le novità di Canon con la macchina fotografica 760, le stampanti a getto d’inchiostro e i primi scanner per Gartel: tecniche che contemplavano sempre più l’utilizzo della macchina e sempre meno il coinvolgimento diretto e ‘fisico’ dell’artista.
Qui tutte le info su prezzi e orari