SI ESIBISCE A PISTOIA UNO DEI PIÙ GRANDI DJ ITALIANI: COCCOLUTO OSPITE AL R.MUTT

27 OTTOBRE 2017 - R.MUTT 1971, PISTOIA


La serata in programma venerdì 27 ottobre al R.Mutt 1917, locale "clandestino" di Pistoia che ricorda i classici speak easy americani, assume i contorni di un grande evento internazionale. Ospite d'onore sarà infatti Claudio Coccoluto, uno dei dj più amati d'Italia, ma molto conosciuto e apprezzato anche dal pubblico di mezza Europa.

La locandina della serata al R. Mutt 1917 di Pistoia

Nato a Gaeta nel 1962, sin dall'acquisto del suo primo disco, "Goats Head Soup" dei Rolling Stones, si capisce che la musica lo aveva già conquistato. Durante gli anni passati nel negozio di elettrodometici del padre, fino all’acquisto del primo campionatore, è tutto un pensare, un creare, un disegnare la rotta. Claudio Inizialmente non pensava di fare il dj, ma comprava dischi rock e leggeva giornali musicali. A metà degli anni '70 con i suoi vinili si presentò in una piccola radio locale, Radio Andromeda, dove subito gli affidarono subito un programma serale dalle 20.00 alle 21.00. La sua programmazione era tutta orientata al rock, poi grazie alla prima elettronica e alla scoperta delle produzioni di Giorgio Moroder si convertì alla dance.  Alla fine degli anni ’70 conobbe Claudio "Mozart" Rispoli e Daniele Baldelli, due personaggi che cominciavano a rendere interessante il mestiere del dj: quell’arte che permette di suonare contemporaneamente due vinili facendoli diventare un altro suono. Una sorta di rivelazione che gli cambiò per sempre la vita. Il dj è diventata la sua professione dal 1985, con le prime esperienze al Seven Up di Gianola (frazione di Formia) e all'Isteria di Roma. La musica elettronica che proponeva era una variante della musica elettronica da lui definita "underground".

Sono stati però gli anni Novanta ad eleggerlo tra i portabandiera del DJing nostrano: le date si moltiplicarono a dismisura e la sua fama oltrepassò i confini nazionali. Il successo mondiale l'ha ottenuto nel 1997 pubblicando “Belo Horizonti” con l'etichetta dei Basement Jaxx. Un pezzo nato per reinterpretare e valorizzare un vecchio brano di Airto Moreira, diventato un classico che Virgin licenziò in diversi Paesi del mondo vendendo oltre un milione di copie.  Nell'arco della carriera ha creato delle colonne sonore per famose feste, dal compleanno di Renzo Rosso di Diesel a Fiorello, passando per aziende come Ericsson e Valtur, Vodafone e Peroni, Seat e Tre, oeventi come la festa iconica di Sanremo e Futureshow, diverse edizioni dei MTV Music Awards (Milano, Dublino e Stoccolma) e perfino spettacoli di moda per Moschino e Prada e tanti altri marchi rispettati. Ha suonato nei migliori club di Parigi e Londra, spingendosi anche oltre oceano, al Sound Factory di New York e lavorato per anni a Radio DeeJay conducendo un programma tutto suo. Nel 2007 ha pubblicato anche un autobiografia dal titolo “Io, DJ”.

Per tutte le info sulla serata: rmutt.it