Dragon Film Festival, quando il cinema orientale dialoga con la nostra società

E' iniziata giovedì 3 maggio, la 5° edizione del Dragon Film Festival, rassegna dedicata al meglio della cinematografia da Cina continentale, Hong Kong e Taiwan, che proseguirà fino a martedì 8 maggio a Firenze al cinema La Compagnia di Firenze in via Cavour e il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Un modo per far conoscere al pubblico attraverso le pellicole cinematografiche i cambiamenti della società orientale, e le relative similitudini e differenze con la nostra realtà, tra stress da lavoro ed equilibri familiari complessi. 

E' un cartellone ricco con 14 titoli tra cui lavori premiati nei festival di tutto il mondo e pellicole campioni d’incassi, di cui molte in prima Italiana, si svolgerà in parallelo tra le due città toscane per continuare il fruttuoso dialogo già portato avanti durante le precedenti edizioni con una delle più importanti comunità cinesi in Italia. Il festival si suddivide in tre categorie con pellicole provenienti da Cina continentale, Hong Kong e Taiwan. 

La rassegna, ideata e diretta da Riccardo Gelli di Florence Eurasia Association (FEAA), costituisce l’appuntamento conclusivo della settima edizione della Primavera Orientale, iniziativa che celebra il cinema d’Oriente organizzata da Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana.

Molti i film interessanti in programma. Come The Taste of Rice Flower del regista Peng Fei, delicata pellicola sul rapporto madre-figlia presentato a Venezia nelle Giornate degli autori 2017. Ben 7 invece i film provenienti da Hong Kong. A rappresentare il nuovo cinema di Taiwan il crime thriller Who Killed Cock Robin, scritto e diretto da Cheng Wei-hao, vincitore dei riconoscimenti per miglior attore protagonista e miglior attore non protagonista al 54th Golden Horse.

 

Per Informazioni: Dragon Film Festival, via Madonna della Pace 62, Firenze - 055 5048516 - info@dragonfilmfestival.com | www.dragonfilmfestival.com 

Elisabetta Failla