Al Centro Pallavicini in scena l'Antigone di Sofocle grazie alla compagnia Classe&Co

di Lucrezia Palmieri


 

Devozione e ragion di stato, coraggio contro potere sono solo alcune delle dicotomie che caratterizzano il personaggio di Antigone dell’omonima tragedia di Sofocle. Per l’universalità di questi temi Antigone è una delle tragedie più rappresentate, e talvolta anche rielaborata per sottolineare particolari aspetti come fece l’Alfieri nel 1782.

Rappresentata fedelmente o rielaborata, ogni volta che Antigone viene messa in scena offre un’importante opportunità di riflessione. Opportunità che ci verrà offerta mercoledì 3 ottobre dalla compagnia teatrale massese Classe&Co, costituita da alunni ed ex alunni del Liceo Classico Pellegrino Rossi di Massa, guidata dalla regia del professor Gennaro di Leo.
La compagnia si è già esibita per la prima al Teatro Accademico di Bagni di Lucca (LU) e per successive repliche al Teatro Greco di Palazzolo Acreide, al Castello Malaspina di Massa per tre serate, nelle cave di marmo di Carrara, al Castello del Piagnaro di Pontremoli e da ultimo nell'area archeologica di Luni (SP) in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio; infine, si esibirà quindi nella città Capitale della Cultura 2017, adottando come scenario un luogo alternativo al teatro e non meno suggestivo degli spazi del Centro Pallavicini tra le opere della Fondazione.

Il Professor Di Leo, docente di lettere, regista teatrale e scrittore, ha opportunamente adattato la sceneggiatura del dramma. Il compositore e sound designer massese Giuseppe Joh Capozzolo, già autore di importanti colonne sonore per sceneggiature di calibro internazionale, si è occupato della musica; le costumiste Claudia Paula Luccini e Micol Baldini hanno confezionato a mano e su misura gli abiti, coadiuvate da Sonia Soffredini, Caterina Bertilorenzi ed Emma Bigarani.
L’intero staff è costituito da appassionati ed esperti che grazie alla loro passione e alle loro competenze permettono la realizzazione di lavori di grande professionalità.
Quest’anno si è unito un importante artista carrarese, Francesco Siani, il quale ha costruito un’immensa statua in marmo bianco di Carrara (alta quasi cinque metri) raffigurante la protagonista Antigone, murata viva in una cava e quindi marmificata.

La rappresentazione si terrà alle 20.00 presso il Centro Pallavicini e l’ingresso è gratuito.