CHIARA MARCONI: "STORIE DI GRANDI DONNE DELLA TOSCANA"

MONTECATINI

"Un giorno mi sono svegliata, come da un sonno lunghissimo e mi sono follemente innamorata delle donne. Detta così suona strano. Ma in realtà è capitato proprio questo. Così come d’improvviso mi sono resa conto che la donna nella sua interezza è un essere superiore e non lo dico per falsa modestia, appartenendo anch’io a questa categoria, ma perché sono i dati che lo dimostrano.

Da poco è trascorsa la festa della donna. A me non piace andare a festeggiare, non almeno con spogliarelli e drink alla mano. Ma se posso sì per rendere omaggio all’essere femminile. Quello lo faccio volentieri. E come faccio? Perseguendo un obiettivo, parlando per esempio dei 46 premio Nobel per la Pace che grazie al loro sudore, sacrificio, anche a costo della loro vita hanno lottato per la libertà di ognuna di noi. Come Malala Yousafzai, ultima in ordine tra le 46 grandi donne, che dall’ “alto” dei suoi 17 anni si è battuta affinché donne e bambini ricevessero una giusta istruzione. Oppure, tornando al 1991, pensiamo ad Aung San Suu Kyi , politica birmana che si è battuta per i diritti umani della sua gente e per questo messa agli arresti domiciliari dal 1990 al 2010, lontana dai suoi figli e da suo marito, che peraltro è venuto a mancare proprio nel lungo periodo di prigionia.

Voglio rendere omaggio alla donna avendo loro come fari. Così come hanno menzionato Francesca Cavallo ed Elena Favilli, autrici del libro che sta spopolando in tutto il mondo  "Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie”, in cui grazie all’esempio di cento grandi della storia, fanno sognare tutte le piccole “promesse” a pensare in grande, a non aver paura. Anche io nel mio piccolo voglio dar voce a tutte quelle figure che nel nostro contesto toscano e non solo sono riuscite con il loro sacrificio ed il loro lavoro a rendere in parte merito a questo meraviglioso universo femminile, che tante gioie ci regala". 


CHIARA MARCONI - La Marchesa vien dal mare, anzi da Firenze, prima ancora da Montecatini. Chiara Marconi François, classe ’78, nata a Firenze. Vita passata a trovare la sua strada fino a quando, un giorno, non ha incontrato la scrittura, suo primo grande amore, stringendo collaborazioni con varie testate da Il Tirreno a La Nazione per passare attraverso qualche network televisivo, fino ad abbandonare per qualche anno la professione. Ha poi seguito le orme paterne nel settore del design. Adesso lavora presso l’ azienda di famiglia, Uashmama Srl, insieme alle sue tre sorelle. Grazie ad una ricetta segreta, il padre ha dato vita ad un nuovo materiale ed insieme a lui ogni giorno crea modelli sempre diversi tra cui borse, oggetti per la casa, per il tempo libero, per il giardinaggio. Non ultimo, sposata dal 2004 con Vittorio Amedeo François, avvocato legato al mondo dell’impresa, con cui ha tre figli. Oggi ha deciso di provare a regalare una nuova prospettiva, legata al panorama dell’impresa, con un occhio sempre aperto su quello che è il suo punto di interesse maggiore: il mondo delle donne.

Noi della redazione di Must Review* siamo davvero molto felici di annunciare questa nuova collaborazione perché, conoscendo Chiara, le sue capacità e la sua passione, sappiamo che insieme possiamo correre ancora più veloci verso i nostri sogni.